Lascia un commento

Il talento di Mr Ripley, Patricia Highsmith

Si potrebbero fare discorsoni incredibili intorno alla validità oggettiva di questo bellissimo romanzo e naturalmente al perché con tutte le sfaccettature possibili del mio smodato entusiasmo. Ma questa volta, anche se volessi, non potrò di certo sedermi in poltrona per un qualsiasi discorso serioso e impegnato che sondi al minimo grado l’oggetto in questione. Non per una possibile lunghezza di questa recensione, non perché in realtà non c’ho voglia e mi sto parando il culo giustificando la mia presunta (vera) pigrizia, ma perché c’è una storia che si fonda sulla suspence progressiva con tanto di strategia ad incastro, se proprio bisogna parlare senza premettere di voler rovinare volontariamente la festa a tutti gli ignari, allora meglio non entrare troppo nel dettaglio.
Sapete cos’è stato, in fondo? Terribilmente avvincente, ansiogeno e di sicuro coinvolgente, persino divertente in certi aspetti, perché è comunque un noir e se la vicenda non ti avvinghia a sé vuol dire che non è un buon noir, tanto in questo caso il senso morale potrete pure richiuderlo nel comodino ancora prima di aprire il libro vicino alla lampada. Inutile, ti prende e non ti frega assolutamente nulla che Tom Ripley sia incredibilmente “scorretto”, quell’incredibile donna che dev’essere la Highsmith ti costringe a parteggiare per lui e addirittura ad identificarti progressivamente con lui. Tu vuoi veramente fregarli tutti, qualunque sia il mezzo, e non riesci a giudicare lucidamente Ripley, perché ci vogliono pochi capitoli per entrare di soppiatto nel suo personaggio e scoprirsi a dire “penso di voler bene a Tom Ripley e non credo che sia una cosa molto giusta, in effetti; dio mio, speriamo di cavarcela, amico mio; lo voglio disperatamente pure io!”. Costruzione psicologica del protagonista magistrale (il mio nuovo Affezionatissimo, oddio, già ho nostalgia), ma soprattutto gestione superba della vicenda. Graham Greene in questo caso è molto più conciso e persuasivo di me:
“Patricia Highsmith è una scrittrice che ha creato un mondo tutto suo, un mondo claustrofobico e irrazionale in cui entriamo ogni volta con la sensazione che un pericolo ci sovrasti, con la testa mezza girata all’indietro, perfino con una certa riluttanza, poiché sono piaceri crudeli quelli che ci apprestiamo a provare, finché ad un certo punto, verso il terzo capitolo, la trappola è scattata, non possiamo più ritirarci, siamo condannati a vivere la storia sino al finale”.
Mi sono fidata ancora prima di aprire il libro e alla fine dico pure che ha ragione in ogni singola parola, pure nelle virgole. 
Libro decisamente “vissuto”, infatti, mi sento addosso ancora la fatica del suo meccanismo geniale e nonostante tutto della sua realtà, perché nessun piano è infallibile e in fondo la fortuna regna sovrana e boh io speriamo che me la cavo. E ad ogni istante, credetemi, vi chiederete che ne sarà di voi, che diavolo dovrà succedere al prossimo capitolo e se la fine è vicina o in realtà sta andando tutto alla perfezione, e non vi sentirete mai assicurati fino in fondo, nonostante Ripley sia geniale nella sua strategia. Alla faccia di tutti i casi cervellotici con manie di grandezza, che però poi all’atto sono pura mente.
Madonna.
Woha, che avventura.
(la trappola la fa pure a me, ‘sto bricconcello genialoide, a tirarmi in mezzo e a costringermi a dargli la mano dalla prima all’ultima pagina, ma Patricia, ti pare sia il caso di farmi sudare così, io che sono già inquieta di mio di questi tempi) 

Questo è uno di quei casi in cui mi viene proprio l’impulso di stringere la mano all’autore: Tom Ripley è un personaggio notevole, Patricia,.. no, che dico, straordinario.
Peccato che ci sia stata una coincidenza molto lugubre per cui nasco io e muore l’autrice a cui stritolerei la mano in questione, stesso anno. Come sentirsi insensatamente colpevoli.

Anastasia

Stacco pubblicitario, taradadadaaan!: questo libro è stato letto per la seguente iniziativa, dateci un’occhiata: http://unbuonlibrounottimoamico.wordpress.com/2012/10/07/il-pozzo-letterario-invito-calorosissimo-alla-partecipazione/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: