4 commenti

I dolori del giovane Werther, Johann Wolfgang Von Goethe

Qual è il titolo? I dolori del giovane Werther

Chi è l’autore? Johnann Wolfgang Von Goethe

Quanto è stato pubblicato? Nel 1774

TRAMA: Leggiamo il dissidio amoroso del giovane Werther in varie lettere.

Quest’opera è breve, ma ricca. Leggendo riusciamo a comprendere fino a quali vette può arrivare il famoso e tanto nominato “amore”. Werther si scambia delle lettere con il suo amico. In queste racconta la sua forte infatuazione per Lotte: un amore puro, ma che alla purezza vi arriva solo dopo aver percorso il buio sentiero del desiderio. Goethe affronta vari temi in quest’opera, ma il più importante è l’amore, che ha il lato puro e il lato impuro. L’amore puro caratterizzato da tutte le rose e tutti i fiori della vita, dal cuore che scoppia di gioia. Ma c’è anche il lato oscuro: l’amore per una donna già promessa, una donna che non potrà mai essere tua. E vederla diventa un cilicio quotidiano, sentire il suo odore diviene un’allergia. E così l’epistolario si arricchisce, se pur monotamente, di dissidi interiori ed esteriori, pensieri, frasi, lacrime, dolori.. dolori di un giovane innamorato. Ma allora cos’è l’amore, se non star male per qualcosa che  non si può avere? Magari quando poi la ottieni, la riponi in un cassetto e te ne dimentichi per anni. O cos’è l’amore, se non bramare qualcosa che è già di qualcuno?

L’opera non è caratterizzata solo dall’amore, ma anche dall’amicizia e la lontananza. Bastano semplici lettere a colmare la solitudine? A sfogarsi? No, non basta. Leggendo sentiamo quanto Werther abbia bisogno di fisicità, amore e non inchiostro su ingialliti fogli di carta. Tutto è arricchito da i giardini della Germania del ‘700 e da quella politica ferrea che non ne voleva proprio sapere di uscire dagli schemi.

Quest’opera deve essere letta per comprendere l’amore, per comprendere la solitudine. E per cercare e trovare noi stessi, perché ognuno di noi è un po’ Werther.

Riccardo

Annunci

4 commenti su “I dolori del giovane Werther, Johann Wolfgang Von Goethe

  1. Concordo. E’ un’opera che mi ha fatto male.

  2. E’ come se avessi scritto io questo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: