3 commenti

La signora Dalloway, Virginia Woolf

Anastasia predispone l’altarino per la sua nuova Dea, ..la Wharton si inquieta un po’..

Ragazzi, ho avuto l’illuminazione, la folgorazione, l’invasamento dallo Spirito Santo: La signora Dalloway. Essenzialmente questo libro è un flusso di coscienza tale per cui Joyce impallidirebbe. Io lo chiamerei.. un reality elegante. Immaginate di alzarvi di mattina e di veder trascritti tutti i vostri pensieri ingarbugliati nel tempo in cui da casa passate al lavoro o a scuola, e nel momento in cui incontrate un vostro caro ecco che il Big Brother passa ai suoi pensieri e lo insegue mentre lui si allontava dopo avervi salutato, e a sua volta incontra il suo capo o che so, una professoressa, ed ecco che a mo’ di esserini striscianti ci si infila nei suoi pensieri e ci si lascia trasportare, e poi la Woolf magari incontra di nuovo te, lettore, e di nuovo si piazza nei tuoi pensieri etc etc.
Questo è La signora Dalloway, per chi non lo sapesse. Dieci ore raccontate senza alcuna fretta in centosettantasette pagine. Certo, secondo me se uno dovesse mettersi a inseguire una mia ipotetica giornata farebbe un fiasco, dopo tipo trenta pagine basta, che palle; però con questo libro è diverso: i personaggi sono e devono essere interessanti. O, ancora meglio, anche se non lo fossero, c’è lo stile della Woolf che mio dio, è divino, io..io mi sento come se avessi raggiunto il Nirvana del lettore a leggere anche solo un suo rigo. Non ho mai letto uno stile così bello, e forse è proprio per la sua capacità di creare metafore, frasi a volte semplici ma disarmanti nella loro bellezza, a volte ingarbugliate ma impressionanti, che..questo libro diventa un piccolo capolavoro. Perché io lo dico, a volte sembra quasi evidente che questo in realtà sia un esercizio di stile, però rimane qualcosa, non è tipo quell’uomo irritante di nome Alessandro Baricco: la sostanza è traboccante, è un battere incessante di cuori, l’anima è palpitante e si avverte subito la netta differenza tra una e l’altra nel momento in cui si passa la palla nel modo più naturale possibile. 

(la Wharton si guarda attorno sentendosi minacciata, comincia a pregare incessantemente perché non le venga fregato il posto così, da un momento all’altro, Signore Signore Signore se mi senti aiuto)

Probabilmente non è la lettura più scorrevole del mondo, anzi, sarà soprendente come un libricino così piccolo possa prendere così tanto tempo, ma vale la pena di andarci piano, di camminare lentamente proprio come lui: godetevi la meraviglia, portatela con voi nel lasso di tempo più disteso possibile. Io me lo rileggerei anche adesso, e andrei avanti a rileggerlo ad oltranza (no, forse no, ma è il momento di pura ispirazione che mi fa parlare). 

Messaggio extrarecensionistico (?!) alla Wharton, se mi sente: tranquilla, non temere, sei divina pure tu e non ci lasceremo mai, abbiamo troppe cose insieme.

Per chi non l’avesse capito: Anastasia

Annunci

3 commenti su “La signora Dalloway, Virginia Woolf

  1. Ahahahahahah XD “La valigia sul letto quella di un lungo viaggio” xD
    Alla fine hai visto che avevo ragione 😉 è stata una bella passeggiata ?
    Povera Edith però non la strapazzare così 😛

  2. “Mrs Dalloway said she would buy the flowers herself” la frase di inizio più celebre e rappresentativa di tutta la letteratura modernista.
    Ho adorato questo libro. E, in generale, penso di essere perdutamente innamorata di Virginia da quando a 13 anni lessi, quasi per caso, Orlando.
    Visto che la signora Dalloway ti è piaciuto così tanto, ti consiglio The Hours di Michael Cunningham e il flim che Daldry ne ha tratto. Sono due capolavori che secondo me celebrano in modo geniale e struggente il romanzo e i personaggi di VW 🙂

  3. Per VDM: wow, hai letto “Orlando” a 13 anni? E che sensazioni ti ha dato leggerlo a quell’età? Ne hai capito qualcosa all’epoca? 😀

    Mai letto “Le tre ghinee”?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: